domenica 19 febbraio 2006

La peggio gioventù VII

NOVEMBRE 1969.
1 Novembre: Roma, bomba al cinema Brancaccio.
Linea ferroviaria Treviso-Udine, attentato dinamitardo.
4 Novembre: Torino, ordigno esplosivo contro la scuola religiosa "San Giuseppe".
Prato, bombe contro un' industria tessile.
5 Novembre: Torino, sette studenti di sinistra arrestati per attentati vari.
Milano, violenze alla Bracco, Lagomarsino e IBM Italia.
6 Novembre: Torino, violenti incidenti provocati dai comunisti; feriti il vice-questore, un ufficiale di polizia e 33 agenti.
Pordenone, assaltata la sede del giornale "Il Gazzettino".
Bari, violenze dei comunisti contro impiegati ed operai; feriti 2 operai e 5 uomini delle forze dell'ordine.
Milano e provincia, gravi incidenti per gli scioperi dei metalmeccanici. Presa di mira la FIAT in Corso Sempione: tafferugli e sassaiola, contro l'edificio e contro la Pubblica Sicurezza, che si chiude con 56 feriti, di cui 53 della polizia. Picchetti bloccano la Bracco Industria Chimica e la Roche.Bassano del Grappa, azioni di disturbo alle industrie Metalfusione F.lli Toniotto, F.lli Meneghetti e ISCA con imposizione agli operai ed impiegati di abbandonare il posto di lavoro.Stessa imposizione da parte di elementi estranei all'azienda ai lavoratori della UNI.MAC e della FIMA.
Sabotata la linea ferroviaria Brindisi-Taranto.Bari, alla FIAT scontri tra scioperanti e personale che vuole lavorare: 2 feriti.
A Milano si vieta al personale con la violenza di tornare al lavoro nelle Aziende: Roche, S.I.O., Columbia e Gnocchi, Cartiera Binda, Kores, Gunther Wagner, Schering e Bracco.
Incidenti a Bologna alla Ducati Elettrotecnica, alla Cantieri Navali del Tirreno e Riuniti di Genova, alla Olivetti di Ivrea, a Bergamo e Stezzano.
7 Novembre: Milano, operai comunisti dell' Alfa Romeo aggrediscono un giornalista ed un fotoreporter del "Corriere della Sera".
Trieste, aggrediti due fotoreporter del giornale "Il Piccolo".
8 Novembre: Genova, i comunisti aggrediscono gli operai dei Cantieri del Tirreno che rifiutavano di scioperare.
Roma, estremisti di sinistra invadono la Facoltà di Magistero dell' Università.
10 Novembre: Rovagnasco di Segrate, la Everest Calcaterra è fatta segno di vandalismi.
11 Novembre: Torino, violenze alla FIAT Lingotto: bloccati gli uffici della Direzione; feriti un agente ed un carabiniere.
Milano, invaso lo stabilimento Corrada a Lainate e costretti allo sciopero i lavoratori della Roche e della Bracco.Venezia, minacciati i dipendenti della Mira Lanza da gruppi di scioperanti.
12 Novembre: Torino, violenze agli stabilimenti FIAT a Mirafiori, Lingotto e Stura. Impedito l'accesso agli impiegati.Genova e Torre Annunziata, occupate dai metalmeccanici le stazioni ferroviarie.Invasioni, minacce e vandalismi alle Officine Meccaniche Putin di Villaverla; alla SIAE Microelettronica di Cologno Monzese; alla Poli-Chimica ed alla Roche di Milano.
13 Novembre: Torino, nuove violenze alla FIAT; aggrediti gli operai della Commissione Interna a Rivalta.Bologna, il Consiglio Comunale decide il trasporto gratuito per gli scioperanti.Manifestazioni ed incidenti in tutta la penisola: a Milano alla Risomesa, alla S.I.O. ed alla Roche; a Bergamo alla Revisione Macchine Utensili, alla SIAD, alla Magrini ed alla SACE; a Siracusa occupata la Strada Statale 114.Roma, nuove violenze alla Facoltà di Magistero.
14 Novembre: Torino, la FIAT sospende 29 operai denunciati per atti di violenza. Disordini alla Lancia.Minacce e percosse a chiunque voglia lavorare: alla Roche a Bergamo; alla Inverni di Senago; alla Manuli Dardanio di Brugherio.Vandalismi alla Officina Meccanica Beltramelli di Stezzano e alla F.lli Lanza di Predore.Sesto San Giovanni (Mi), distrutte le auto e le moto degli operai e degli impiegati che non aderiscono allo sciopero.Bologna, assaltato l'Istituto Tecnico "Pacinotti".
15 Novembre: Roma, cortei e blocchi stradali.
17 Novembre: Seriate, alla IBI la ditta viene invasa e danneggiata, operai ed impiegati malmenati.
19 Novembre: Venezia, assaltata la direzione delle Assicurazioni Generali, e gli impiegati salvati a stento dalla polizia.Volanti Rosse imperversano al Nord in spedizioni punitive contro chi non sciopera: alla SIT a Schio, al Lanificio Nicolato di Chiampo, alla Smalteria e Metallurgia Veneta di Bassano del Grappa ed alla Pellizzari di Arzignano.Fondi (Lt), occupato ed incendiato il Municipio; numerosi feriti fra i carabinieri.Portici (Na), distrutti 6 autobus dai manifestanti.Catania, Taranto, Trento, Bari, violenti incidenti.Milano, i comunisti provocano violenti incidenti nelle strade del centro. Ucciso l'agente di Polizia Antonio Annaruma, ferito il questore Mario Guida e oltre 60 agenti. Assaltate le ambulanze che trasportano i feriti.
20 Novembre: Torino, devastato da studenti di sinistra il Liceo "Gioberti".
21 Novembre: Roma, i comunisti tentano di provocare un' insurrezione tra i detenuti del carcere "Regina Coeli". Aggredito e derubato un ufficiale di polizia.Milano, anarchici tentano di invadere il Palazzo di Giustizia. Violenze alla FIAT, alla UNILIT ed alla Pirelli.Torino, sabotaggi e scontri tra operai e dipendenti della Azienda Tranviaria.
23 Novembre: Roma, violenti incidenti, ferito un sottufficiale di polizia.Genova, aggressione da parte comunista contro i partecipanti al comizio del parlamentare liberale Durand de la Penne.
24 Novembre: Roma, attentato dinamitardo contro la Caserma dei Carabinieri della Legione "Lazio".
25 Novembre: Roma, il Partito Comunista costringe la giunta comunale a stanziare 30 milioni a favore degli scioperanti. Trovato ordigno esplosivo sotto un ponte dell' Olimpica.
30 Novembre: aggressioni da parte di estremisti di sinistra contro la comunità Israelitica romana.

10 commenti:

Otimaster ha detto...

Vedi questo si chiama spreco. Se hai un blog posta quanto hai usato per commentare e io lo pubblicherò anche qui per arricchire i nostri archivi, se non ce l'hai dimmi come firmare e lo posto lo stesso.

Mi trovo in disaccordo sul inserire Giuliani in questo elenco, chi hai citato bei tuoi elenchi, anche se miei avversari avevano una dignità politica ben diversa da quella di un teppista da strada.

akelathewolf ha detto...

VI PREGO DI DARE MASSIMA DIFFUSIONE ALL'ULTIMO POST PUBBLICATO SU
www.akelathewolf.blogspot.com

E' IMPORTANTE!!

akelathewolf ha detto...

VI PREGO DI DARE MASSIMA DIFFUSIONE ALL'ULTIMO POST PUBBLICATO SU
www.akelathewolf.blogspot.com

E' IMPORTANTE!!

Anonimo ha detto...

..dignità diversa... ma che siamo tornati agli anni di piombo ? torniamo a spaccarci la testa per strada ? io credo che quella fosse degenerazione pura, anche se sono antifascista non spaccherei mai la testa a nessuno...

CCCP ha detto...

Abbasso i fascisti reazionari, golpisti e assassini! W la comune di Parigi, W Caserio e Bresci.

marshall ha detto...

Io c'ero.
C'ero in quel periodo.
L'ho vissuto, l'ho sperimentato.
Ed ecco perchè sono anticomunista convinto.

Anonimo ha detto...

SIETE SENZA VERGOGNA.
TRADITORI DELLA PATRIA,SERVI DEI TORTURATORI NAZISTI.
SALVATI DALLA FUCILAZIONE DA TOGLIATTI.

Massimo ha detto...

Abbiamo rovinato la cena all'ennesimo anonimo che oltre a dar aria a quel vuoto che ha tra le orecchie non è riuscito ad andare ... :-D

Anonimo ha detto...

Vedo che pubblichi solo i commenti che ti piacciono e non creano problemi alla tua immensa malafede.
VERGOGNATI.

Massimo ha detto...

Pubblico i commenti che argomentano, non quelli che insultano, farneticando.
In malafede sono solo coloro che vorrebbero far tacere con la violenza chi esprime opinioni differenti dalle loro.