domenica 8 gennaio 2006

Rocco Santoro, Michele Tatulli e Antonio Cestari

L’8 gennaio 1980 a Milano tre agenti di PS della Digos in servizio presso il commissariato di Porta Ticinese stavano percorrendo con la loro auto civetta Via Schievano nella periferica zona della barona, mentre svolgevano il loro giornaliero controllo di scuole e fabbriche, improvvisamente una Fiat 128 con bordo un commando delle BR gli si parò davanti bloccando loro la strada, prima che potessero reagire un secondo gruppo di terroristi gli arrivò alle spalle crivellandoli di proiettili che li uccisero sul colpo. L’eccidio fu rivendicato dalla colonna “Walter Alasia” delle Brigate Rosse, motivandolo come benvenuto al Generale Dalla Chiesa appena giunto a Milano. Le tre vittime erano: Rocco Santoro nato a Baronissi in provincia di Salerno aveva trentadue anni lasciò la moglie ed un figlio ancora piccolo, Antonio Cestari di S. Lorenzello in provincia di Benevento lasciò la moglie e due figli, Michele Tatulli di Bitonto in provincia di Bari aveva solo venticinque anni. Il comune di Milano ha posto una lapide in loro memoria in Via Schievano al due, nel 1980 il Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi conferì a tutti e tre la medaglia d’oro alla memoria e al valore civile.

IL MASTER

Nessun commento: